Candidosi e cistiti

Candidosi e cistiti
>  
>  

Candidosi e cistiti


Con il caldo, l'afa e l'umidità le donne rischiano maggiormente irritazioni e candidosi e cistiti.

In questo post parleremo di candidosi: un'infezione micotica provocata da un fungo chiamato Candida albicans, che interessa l'apparato genitale. In condizioni normali la Candida convive tranquillamente con l'individuo, abitando le mucose degli organi preposti alla digestione, l'intestino tenue in particolare, senza causare alcun disturbo. La candida però ha la capacità di trasformarsi in un'altra forma, questa volta patogena ed invasiva. Infatti, in determinate condizioni, la candida si ramifica sviluppando tentacoli (ife) che si intrecciano a formare complicati reticoli. Invade così lo spazio esclusivo della flora batterica intestinale fisiologica, ostacolandone la proliferazione e la possibilità di adempiere al suo ruolo di protezione e di smaltimento di residui e tossine.

Il passaggio dalla forma innocua a quella invasiva si verifica quando l'organismo è indebolito e perde la sua capacità di “controllo” sulla candidaI fattori che portano all'indebolimento delle difese dell'organismo sono molteplici tra i quali:terapie cortisoniche o antibiotiche protratte nel tempo;la pillola anticoncezionale,l'uso di biancheria intima troppo stretta o sintetica che determina innalzamento dell'umidità locale;cattive condizioni intestinali; un'alimentazione scorretta: carenze vitaminico-minerali, eccessi di dolci e carboidrati raffinati.

La candidosi nella regione genitale femminile determina depositi biancastri, infiammazioni alla vagina o alla vulva, arrossamenti e bruciori alla minzione e nei rapporti sessuali. L'uomo non è immune da candidosi genitale, sia a causa dell'origine intestinale della patologia sia perché la candida si trasmette attraverso il contatto sessuale. È perciò indispensabile curare anche il partner della donna portatrice di questo tipo di vaginite, pena la possibile reinfestazione di entrambi ad ogni rapporto.

Ecco 10 consigli per prevenire la candida sotto il sole:
1. usare biancheria di cotone, preferibilmente al 100% in tessuto naturale, per garantire freschezza e protezione ed evitare il proliferare del fungo della Candida;
2. in spiaggia è bene non restare a lungo con il costume bagnato che può causare un'alterazione delle difese naturali ed esporre a un maggior rischio di irritazioni da Candida;
3. dopo il bagno, al mare, fare la doccia con acqua dolce, in modo da evitare irritazioni causate dalla salsedine;
4. prestare attenzione alla sabbia: non sedersi direttamente sulla sabbia, o su panche di spogliatoi e assi di toilette per evitare la trasmissione e la crescita di germi nocivi, come il fungo della Candida.
5. in estate, si può scegliere l'assorbente interno che è più confortevole; il cambio, però, deve essere frequente;
6. non effettuare eccessivi lavaggi intimi: non lavarsi più di tre volte al giorno (tranne in caso di mestruazioni o intensa attività sportiva) per non alterare i naturali meccanismi di difesa;
7. non utilizzare il medesimo asciugamano di una persona contagiata dalla Candida, in quanto il fungo può essere trasferito alla persona sana;
8. usare detergenti adeguati che non aggrediscano le mucose (se unite qualche goccia di Tea Tree Oil al normale detergente intimo avrete una maggiore protezione antibatterica e antimicotica);
9. se si pratica molto sport prestare maggior attenzione all'igiene intima e preferire detergenti clinicamente testati e che garantiscano freschezza;
10. scegliere detergenti delicati e con un pH acido ed evitare l'uso prolungato di lavande vaginali, che alerano il pH vaginale e favoriscono l'attecchimento delle infezioni.

Approccio curativo alla Candida in tre mosse?

1. Contrastare direttamente la candida a livello intestinale, senza debellarla del tutto;
2. Favorire la ricolonizzazione della flora batterica intestinale fisiologica; 3. Contrastare la candida vaginale in loco e rispristinare il naturale equilibrio autodifensivo della mucosa vaginale.
Vieni in farmacia a scoprire i dettagli!


LO SAPEVI CHE?
Uno dei fattori che favoriscono la proliferazione della candida è l'alimentazione, in quanto i miceti si nutrono di carboidrati: infatti tra i sintomi caratteristici dell'infezione da candida compare frequentemente la golosità per pane, patate, pizza, pasta o dolci. Questa particolare voglia è motivata dalle ben 79 tossine che la candida può immettere nel cicrolo ematico e che aumentano la voglia nei confronti di questi alimenti innescando un circolo vizioso per le recidive.